Sede legale ed operativa: Elem Srl - via G. Di Vittorio, 7 - 20060 Liscate (MI) Italy | info@elem-mi.it

L'ospedale che prova a funzionare con il sole

Nel 2013 Elem ha fortemente creduto e preso parte a una grande iniziativa in ambito internazionale promossa dal PIME (Pontificio istituto missioni estere), che ha consentito di portare una struttura sanitaria funzionale ed efficace in un ambiente pre-desertico con temperature che arrivano a oltre 46° gradi all'ombra. Ai più è sembrata una splendida utopia, ma quando la costruzione dell'ospedale di Touloum, nella diocesi di Yagoua, nell'estrema regione nord del Cameroun, ha preso finalmente forma, l'entusiasmo è diventato contagioso.

"La sanità pubblica camerunense - racconta Fabio Mussi, responsabile progetti Pime in Africa - è ancora molto carente, e solo un servizio specializzato e coscienzioso può veramente dare un contributo positivo al benessere delle popolazioni. Ed è quanto stiamo cercando di fare con fatica e pazienza". 

L'obiettivo è dare struttura sanitaria locale a una popolazione che fino a poco tempo fa non riusciva a curare piaghe molto diffuse come la malaria e la febbre tifoidea. Oggi ad accogliere quelle famiglie c'è il dottor M'body con visite, esami e nuove cure.

Touloum è situata in una zona spesso dimentica, al confine con Ciad e Nigeria, lontana 1.200 chilometri dalla capitale. L'energia elettrica è arrivata solo nel 2012, in concomitanza con le elezioni presidenziali, ma la potenza erogata, 35 kw, è largamente insufficiente a coprire i bisogni quotidiani della comunità locale ed è un dato di fatto che ci vorranno circa dieci anni prima che si arrivi a un potenziamento della linea elettrica gestita dal "pubblico". Da queste considerazioni è nata l'idea di puntare su una di quelle risorse che in Africa di certo non mancano: il sole, energia pulita e rinnovabile per eccellenza. 

Una soluzione costosa, quella dell'impianto fotovoltaico, ma dovuta: l'insolazione giornaliera media annuale, a circa 11° a nord dell'equatore, risulta di oltre 11 ore. La realizzazione è stata possibile grazie a un finanziamento dell'8x1000 della Chiesa Cattolica e di tante altre persone e organizzazioni che con il loro piccolo, essenziale, contributo hanno completato le risorse necessarie per i 240 pannelli e 70 batterie, che, su una superficie di circa 1000 metri quadrati, garantiscono una fornitura di 50 kWp. 

Dopo tre settimane di lavoro intenso, ad Aprile 2013, Elem ha illuminato i reparti di chirurgia, radiologia, analisi di laboratorio e maternità.
"E' stato un orgoglio per noi poter partecipare a questa iniziativa - racconta Ivano Lissoni, fondatore della società Elem realizzatrice dell'impianto - e riuscire in un'impresa non semplice considerando la localizzazione geografica e il territorio circostante. In sole tre settimane abbiamo realizzato l'impianto e la felicità negli occhi della popolazione è una soddisfazione che non ha eguali. Una sfida vinta per Elem."

Fonte: "L'ospedale che prova a funzionare con il sole", Famiglia Cristiana

Dal 1989 ELEM è nel settore dell’impiantistica industriale per aziende private ed enti pubblici. Grazie a un personale qualificato e partner di eccellenza...

Nel 2006 con il primo decreto sul fotovoltaico "Diecimila tetti fotovoltaici provincia di Milano" ELEM entra nel mercato delle Energie Rinnovabili ...

Quando si parla di autosufficienza energetica si pensa immediatamente al fotovoltaico, mentre ci sono tante tecnologie che permettono alle realtà energivore un altrettanto...